I Benefici Fiscali

Offrire ai propri dipendenti una forma di previdenza integrativa consente alle aziende di beneficiare di alcuni vantaggi fiscali che 'compensano' il costo della rinuncia al TFR come fonte di autofinanziamento:

  • DeducibilitĂ  dal reddito di impresa di un importo pari al 4% o al 6% (per le imprese con meno di 50 addetti) del TFR destinato a forme di previdenza complementare.
  • Esonero dal versamento del contributo al Fondo di Garanzia INPS pari allo 0,20% del monte salari.
  • Riduzione del costo del lavoro, attraverso un taglio dei cosiddetti oneri impropri (contributi sociali a carico del datore di lavoro quali assegni familiari, contributi al fondo per la disoccupazione o per la maternitĂ ), correlato al flusso di TFR “maturando” conferito.