Riscatti

Il riscatto consiste nella possibilità di ottenere la liquidazione in capitale della posizione maturata, prima che siano stati raggiunti i requisiti minimi per la prestazione pensionistica.Il riscatto può essere totale o parziale.

Riscatto totale: 100% della posizione individuale maturata

  • in caso di premorienza: è richiedibile dagli eredi ovvero dai beneficiari designati
  • stato di invalidità permanente che comporti la riduzione della capacità di lavoro a meno di un terzo
  • disoccupazione superiore a 48 mesi
  • perdita dei requisiti di partecipazione al Fondo stabiliti dalle fonti che hanno disposto l’adesione collettiva.

Riscatto del 95% della posizione individuale maturata

  • perdita dei requisiti di partecipazione al Fondo stabiliti dalle fonti che hanno disposto l’adesione collettiva.
  • Questa nuova tipologia di riscatto è stata introdotta con particolare riferimento agli iscritti, già dipendenti di aziende sottoposte a procedure concorsuali, che siano stati interessati da omissioni contributive, affinché sia consentito di richiedere il riscatto per perdita dei requisiti e nello stesso tempo di ottenere dal Fondo di Garanzia Inps l’ eventuale liquidazione al Fondo Pensione a copertura delle omissioni contributive, prevista solo a beneficio di posizioni attive.

Riscatto parziale: 50% della posizione individuale maturata

  • cessazione dell'attività di lavoro con conseguente inoccupazione per un periodo di tempo compreso fra 12 e 48 mesi
  • procedure di mobilità o cassa integrazione guadagni ordinaria e straordinaria

Tassazione: ritenuta a titolo di imposta pari al 15% ridotta dello 0,30% per ogni anno successivo al 15° di partecipazione a forme pensionistiche complementari (minimo 9%) per tutti i casi ad eccezione del riscatto del 100% e del 95% per perdita dei requisiti di partecipazione a cui si applica l’aliquota del 23%.

 
 
 
 
 
FABBISOGNO PREVIDENZIALE E
PENSIONE INTEGRATIVA
Calcola la tua pensione e pianifica
la tua rendita integrativa.