Obbligazionario Emergenti

Yerlan Yerlan_Syzdykov
Responsabile obbligazionario Mercati Emergenti e High Yield

Quali sono le prospettive per il 2017 per i mercati obbligazionari emergenti e quali saranno i principali fattori trainanti?
Prevediamo una ripresa della crescita nei mercati emergenti per il 2017. Tuttavia, le prospettive in termini di rendimenti potrebbero essere influenzate da ciò che sta accadendo negli Stati Uniti, dato che i tassi di interesse hanno iniziato a salire mettendo sotto pressione i rendimenti reali. Ci aspettiamo dunque rendimenti piuttosto contenuti nel mercato obbligazionario emergente. Questo per quanto riguarda il debito esterno e crediamo che potremmo assistere a una performance invariata in termini di valuta locale.

Quale segmento di mercato potrebbe essere favorito nel 2017?
Dal lato della performance, i due segmenti saranno allineati. Guardando al prossimo anno, continuiamo a preferire il segmento governativo. Crediamo che ci sarà ancora un po' di inerzia in termini di crescita, che metterà sotto pressione i titoli societari. Nel 2017 e 2018, dovremo fare attenzione ai tassi di rifinanziamento più elevati. Stiamo oltretutto monitorando l'aumento del tasso di insolvenza che prevediamo essere maggiore per il segmento societario rispetto al governativo: pertanto, privilegiamo il debito sovrano.

Quali potrebbero essere le implicazioni della vittoria di Trump per i mercati obbligazionari emergenti?
Continuiamo a guardare da vicino la politica monetaria negli Stati Uniti, molto importante per noi. Iniziamo ad assistere a un cambiamento nella politica fiscale, nella politica estera e potenzialmente anche sul fronte commerciale. Questo potrebbe portare effetti negativi sui mercati emergenti nel lungo periodo. Inoltre, dobbiamo capire quanto sono urgenti questi provvedimenti e in che modo verranno adottati. Nel complesso, continueremo a monitorare tali cambiamenti rettificando di conseguenza le nostre posizioni in portafoglio.

Quali aree o paesi del mercato risultano più interessanti in un'ottica prospettica?
Guardiamo all'Asia come la principale posizione da sovrappesare. Ci sono ancora opportunità di crescita in Asia, piuttosto importanti, considerate le riforme strutturali adottate in alcuni paesi, come in India e Cina, che stanno favorendo la storia di crescita.
Crediamo ci sia maggiore volatilità nei mercati dell'America Latina a causa del possibile impatto di un potenziale calo dei prezzi delle materie prime, in particolare dei metalli, almeno per iniziare. Guardiamo con attenzione anche al ciclo negativo di rivalutazione del credito nei mercati dell'Est Europa che potrebbero inoltre risentire dell'incertezza politica europea. Per questi motivi preferiamo l'Asia.

Quali sono le prospettive per l'economia cinese, con particolare attenzione al suo livello di debito?
Alcuni investitori sono preoccupati, guardando al livello di leva finanziaria, aumentata del 20% solo per sostenere la crescita economica. Siamo in attesa di riforme più strutturali, soprattutto per le imprese a controllo statale, ma non ci sono ancora novità su questo fronte, e assisteremo probabilmente a un rallentamento delle riforme strutturali, dal momento che sta iniziando una fase di avvicendamento politico in Cina. Pertanto, la crescita cinese potrebbe essere inferiore alle attese, ma lo scenario generale resta ancora molto solido e più stabile rispetto ad altre aree dei mercati emergenti.

GUARDA IL VIDEO
AVVERTENZE I contenuti di questo documento hanno carattere puramente informativo e si riferiscono ad analisi di mercato e/o approfondimenti, che tengono conto delle situazioni economico-finanziarie attualmente presenti. I dati, le opinioni e le informazioni in esso contenuti, sono prodotti da Pioneer Investments, che si riserva il diritto di modificarli ed aggiornarli in qualsiasi momento e a propria discrezione. Non vi è garanzia che i paesi, i mercati o i settori citati manifestino i rendimenti attesi. Le informazioni fornite non costituiscono un prospetto o documento d’offerta né possono essere intese come consulenza, raccomandazione o sollecitazione all'investimento.
Il documento e ogni sua parte, se non diversamente consentito e/o in mancanza di una espressa autorizzazione scritta di Pioneer Investment Management SGRpA, non potrà essere copiato, modificato, divulgato a terzi, diffuso con qualunque mezzo e più in generale qualunque atto di disposizione o utilizzo di informazioni ivi contenute sono vietati, salvo espressa indicazione contraria. Pioneer Investments è il marchio che contraddistingue le società di gestione del risparmio del Gruppo UniCredit.