L'era della riduzione del debito: opportunità e rischi per gli investimenti


Giordano Lombardo - Group Chief Investment Officer di Pioneer Investments

img-giordano-lombardo

I prossimi anni, a seguito della crisi del debito, saranno piuttosto diversi dagli ultimi due decenni, soprattutto in virtù degli effetti duraturi del "deleveraging" ossia il processo di abbattimento del debito.

La zona euro rappresenta evidentemente l'epicentro delle tensioni degli investitori. L'Europa potrebbe non riuscire a evitare una nuova recessione, mentre gli Stati Uniti dovrebbero essere meglio posizionati.
Il problema principale è la necessità di creare occupazione e gli interventi politici saranno determinanti.

Le questioni politiche sono fondamentali anche per i paesi in via di sviluppo affinchè possano diventare i nuovi motori della crescita mondiale.

Un contesto di bassa crescita si accompagna normalmente a bassi rendimenti, ma i mercati del credito, i paesi emergenti e gli investimenti absolute return possono offrire rendimenti aggiuntivi. In un contesto in cui viene messo in discussione il concetto stesso di investimenti privi di rischio, un approccio di tipo value che tenga conto anche delle variabili macroeconomiche e integrato all'interno di una solida struttura di gestione del rischio è fondamentale per la tutela dei portafogli dei clienti.

I dati contenuti nel documento sono forniti da Pioneer Investment Management SGRpA che si riserva il diritto di modificare, in ogni momento, le analisi e le informazioni prodotte.